Lavora con noi

DISABILI

Assistenza alle persone con disabilità o mobilità ridotta

Il servizio di assistenza è rivolto alle «persone con disabilità» o «persone a mobilità ridotta» (PMR), nella cui accezione rientrano:
  • le persone che si muovono su sedia a ruote;
  • le persone con problemi agli arti o con difficoltà di deambulazione;
  • le persone anziane;
  • le donne in gravidanza;
  • i non vedenti o con disabilità visive;
  • i non udenti o con disabilità uditive;

Come richiedere il servizio di assistenza?

Per usufruire del servizio è necessario prenotare con 48 ore di anticipo, telefonando al numero verde 800 07 9090 (dal lunedì al venerdì, dalle ore 6:30 alle 19:30; il sabato, domenica e festivi, dalle ore 6:30 alle 13:30).

Negli orari dei treni, esposti al pubblico in tutte le stazioni e consultabili nel sito web www.fseonline.it, è riportata l'indicazione dei treni garantiti con materiale rotabile idoneo al trasporto delle "persone a mobilità ridotta".

Nelle Stazioni gestite da RFI (Lecce, Bari Centrale e Taranto Centrale), il servizio di Assistenza alle persone con disabilità o mobilità ridotta viene garantito dal circuito “Sale Blu” il cui servizio viene prestato secondo le modalità proprie del gestore (http://www.rfi.it/rfi/LINEE-STAZIONI-TERRITORIO/Le-stazioni/Accessibilità-stazioni/Servizi-di-assistenza-e-Sale-Blu-RFI) che prevedono sempre e comunque un tempo minimo di preavviso.

Stazioni attrezzate per persone a mobilità ridotta

Le stazioni di Putignano, Noci, Alberobello, Locorotondo, Martina Franca, Valenzano, Adelfia, Casamassima, Sammichele e Turi sono dotate di servizi igienici appositamente attrezzati per disabili.

Per facilitare la mobilità delle persone con difficoltà visiva nelle stazioni Bari Centrale, Rutigliano, Conversano, Castellana Grotte, Noci, Alberobello, Locorotondo, Martina Franca, Valenzano, Adelfia, Casamassima, Sammichele e Turi sono stati realizzati sia dei percorsi con indicatori tattili per l'accesso ai servizi, sia mappe tattili che consentono la trasmissione delle informazioni necessarie per consentire la piena fruibilità della stazione in sicurezza.

Treni attrezzati per persone a mobilità ridotta

I treni ATR 220 e ETR 322, che effettuano servizio sulle linee Bari - Putignano (via Casamassima), sono idonei al servizio di trasporto di persone a mobilità ridotta. La dotazione di bordo di ogni treno effettuato con tali rotabili comprende:

  • pedane azionate dal capotreno per l'accesso a bordo delle sedie e ruote;
  • n. 2 postazioni a bordo riservate ai disabili con sistema di bloccaggio delle sedie a ruote e dotate di apposito pulsante per la richiesta di assistenza al personale di bordo;
  • servizi igienici riservati ai disabili.

Bus attrezzati per persone a mobilità ridotta

La maggior parte dei bus FSE, sono idonei al servizio di trasporto di persone a mobilità ridotta. La dotazione di bordo degli autobus Mercedes 7000, Mercedes 8000, Temsa 5000, Autosnodati Solaris e Volvo comprende:

  • Una pedana azionata dall'autista per l'accesso a bordo delle sedie a ruote;
  • n. 1 postazione a bordo riservata ai disabili con sistema di bloccaggio delle sedie a ruote e dotate di apposito pulsante per la richiesta di assistenza al personale di bordo.

Agevolazioni tariffarie in favore di categorie protette

La Regione Puglia può disporre il rilascio da parte delle imprese di documenti di viaggio per la circolazione gratuita sui servizi di trasporto, per le seguenti categorie di cittadini:

  • i privi di vista per cecità assoluta o con residuo visivo non superiore ad un decimo in entrambi gli occhi con eventuale correzione e loro eventuale accompagnatore, se ne è riconosciuto il diritto;
  • gli invalidi di guerra, civili di guerra e per servizio, iscritti alla prima, seconda e terza categoria della tabella A) allegata alla legge 18 marzo 1968, n. 113 e successive modificazioni, e loro eventuale accompagnatore, se ne è riconosciuto il diritto;
  • gli invalidi civili e i diversamente abili certificati dall'autorità competente, ai quali sia stata accertata una invalidità in misura non inferiore all'80 per cento e loro eventuale accompagnatore se ne è riconosciuto il diritto, nonché gli invalidi del lavoro certificati dall'autorità competente, ai quali sia stata accertata una invalidità in misura non inferiore al 70 per cento.

Il rilascio di biglietti e abbonamenti gratuiti è subordinato alla presentazione di una Dichiarazione Sostitutiva di Atto Notorio da presentare nelle biglietterie FSE abilitate.

Diritti dei viaggiatori

Per favorire la mobilità e la fruizione dei servizi di stazione da parte di tutti i viaggiatori, FSE è impegnata nella progressiva eliminazione delle barriere architettoniche, senso-percettive e comunicative nelle stazioni in applicazione del Regolamento CE 1371/2007 sui diritti e gli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario.

In ottemperanza a quanto previsto dalla Delibera n. 106 del 25 ottobre 2018 dell'Autorità di Regolazione dei Trasporti, FSE si impegna a riconoscere un indennizzo ai viaggiatori con disabilità e a mobilità ridotta che utilizzano servizi di trasporto sottoposti ad obbligo di servizio pubblico (OSP) nel caso in cui, in presenza di attraversamenti momentaneamente non idonei a sedie a ruote nelle stazioni gestite da FSE, non siano rispettati i tempi di ripristino comunicati o rettificati dal gestore della stazione e nel caso in cui una corsa indicata sull'orario pubblicato come fruibile da utenti con disabilità o a mobilità ridotta venga resa con materiale non idoneo o sostituita con autoservizio sostitutivo o integrativo non accessibile o non idoneo.

Indennizzo per mancato rispetto dei tempi di ripristino

Criteri di calcolo indennizzo disabili
  • L'ammontare dell'indennizzo è dato dalla somma del valore calcolato per ciascuno dei tre parametri (A+B+C)
  • I criteri di calcolo sono definiti secondo principi di ragionevolezza, proporzionalità e gradualità

Indennizzo per treno non idoneo al trasporto di utenti PMR

Nel caso in cui una corsa indicata sull'orario pubblicato come fruibile da utenti con disabilità o a mobilità ridotta venga resa con materiale non idoneo o sostituita con autoservizio sostitutivo o integrativo non accessibile o non idoneo, l'utente con disabilità o a mobilità ridotta che abbia già acquistato un titolo di viaggio utilizzabile per la corsa interessata ha diritto, oltre al rimborso del biglietto, ad un indennizzo di euro 15. FSE si impegna a riconoscere l'indennizzo di importo pari a 15€ anche nel caso in cui l'importo del biglietto sia inferiore a 4€.

Come puoi richiedere il tuo indennizzo?

  1. Invia la tua richiesta online, cliccando qui;
  2. Presso tutte le biglietterie di Ferrovie del Sud Est;
  3. Per posta, alla Direzione Aziendale, ufficio Commerciale e Customer Care, via Amendola 106/D, 70126 Bari