FERROVIE DEL SUD EST: VENTI NUOVI BUS PER I COLLEGAMENTI NEL BARESE

• consegnati oggi a Bari dal Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, dall’Assessore regionale ai Trasporti e alle Infrastrutture Giovanni Giannini, e dai vertici FSE (Gruppo FS Italiane)
• terza tappa di presentazione degli investimenti in corso su ferro e gomma

4 ottobre 2018

Venti nuovi bus di Ferrovie del Sud Est (Gruppo FS Italiane) per i collegamenti nel barese.

Con elevato confort di viaggio e standard di sicurezza, classe EURO 6, i nuovi bus sono attrezzati con moderni sistemi di geolocalizzazione e dotati di impianto di videosorveglianza, climatizzazione e sensori per il conteggio dei passeggeri a bordo, pedana per la salita e la discesa delle persone a ridotta mobilità e dispositivi per il controllo e validazione dei titoli di viaggio contactless. Lunghi 12 metri e larghi 2,5, hanno una capienza di 51 posti a sedere e 26 in piedi.

Dopo le tappe di Lecce e di Adelfia, prosegue il tour di FSE in Puglia per illustrare gli investimenti e i lavori avviati sul territorio che questa mattina ha fatto tappa a Bari. Presenti il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, l’Assessore regionale ai Trasporti e alle Infrastrutture, Giovanni Giannini, l’Amministratore Delegato e il Direttore Generale di FSE, Luigi Lenci e Giorgio Botti.

"Dopo quasi due anni di procedura di concordato, Ferrovie del Sud Est è uscita a luglio scorso da una situazione difficilissima. Oggi è un’azienda che ha le leve per intervenire sull’infrastruttura e nel trasporto. Il programma di investimento complessivo ammonta a circa 600 milioni di euro: 90 destinati all’acquisto di nuovi treni e 400 per interventi infrastrutturali, con fondi della Regione Puglia, del Ministero dei Trasporti e dell’Infrastruttura e di FS Italiane che contribuisce per circa 60 milioni di euro. Inoltre, prevediamo un significativo incremento degli investimenti infrastrutturali in relazione all’avanzamento dei lavori e all’adeguamento ai nuovi standard tecnologici. Stiamo predisponendo gli atti per un aumento di capitale per riportare l’azienda in una condizione di patrimonio positivo. Al nostro arrivo, un gap di patrimonio di 294 milioni di euro che abbiamo via via ridotto portandolo a fine 2017 a -133 milioni di euro. Per effetto della procedura concordataria e dell’aumento di capitale a fine 2018 avremo un patrimonio positivo di circa 7/8 milioni di euro secondo quanto previsto dal piano concordatario. Chiediamo ai viaggiatori la giusta comprensione rispetto alle difficoltà che abbiamo incontrato e che incontriamo. Per il Gruppo FS Italiane, Ferrovie del Sud Est è un test su base nazionale per un moderno tipo di mobilità integrata tra ferro, gomma e infrastruttura", ha dichiarato nel corso della conferenza stampa l’AD di FSE, Luigi Lenci.

Da gennaio 2017 ad oggi Ferrovie del Sud Est ha rinnovato il 40% della flotta, abbassandone l’età media da 15 a meno di otto anni, in linea con gli standard europei: 137 bus su un totale di 350. Ai 69, classe EURO 5 e EURO 6, arrivati nel corso del 2017 si affiancano altri 68 nuovi mezzi EURO 6, cofinanziati dalla Regione Puglia. Investimento complessivo 26,5 milioni di euro.

Da metà settembre Ferrovie del Sud Est ha potenziato il trasporto scolastico su gomma sulle linee Putignano - Gioia del Colle, Mola di Bari - Castellana Grotte Fasano – Locorotondo - Martina Franca, Putignano - Alberobello – Locorotondo - Martina Franca, Adelfia – Cellamare – Noicattaro, con interscambio gomma/ferro nelle stazioni di Adelfia e Noicattaro.

Grazie al rinnovo e all’implementazione della rete vendita, i biglietti si possono acquistare, oltre che alle biglietterie di Bari Centrale e Largo Ciaia, nelle 20 self service installate nelle principali stazioni della provincia di Bari e negli oltre 380 punti vendita convenzionati (esercizi commerciali e agenzie di viaggio) presenti nei comuni serviti della provincia di Bari. Inoltre, l’App di Trenitalia e i siti web fseonline.it e trenitalia.com consentono l’acquisto direttamente online.